PRESIDIO SLOW FOOD

Dal 2018 la Ciliegia Moretta è ufficialmente Presidio Slow Food® , denominazione con cui Slow Food sostiene le piccole produzioni che stanno per scomparire.

Cosa è un presidio Slow Food?
https://www.fondazioneslowfood.com/it/cosa-facciamo/i-presidi/

 

Ciliegia Moretta Presidio Slow Food

I produttori aderenti al disciplinare si impegnano a non usare prodotti di chimica di sintesi per il diserbo, a garantire che la ciliegia sia di pezzatura medio grossa, ad assicurare una qualità del prodotto secondo le regole dell’agricoltura biologica o dell’ agricoltura integrata con l’impegno a garantire ai cittadini e ai consumatori frutta nelle migliori condizioni di salubrità e fragranza. Eseguono la raccolta, la cernita ed il confezionamento in modo interamente manuale tra metà maggio e giugno e si impegnano a renderle immediatamente riconoscibili con etichette narranti e imballaggi di materiali riciclati, riciclabili, ad alta sostenibilità ambientale, evitando la plastica.

Scarica il disciplinare

 

Aziende agricole della Comunità Salviamo la Moretta

Fondo Montecuccoli

Via Frignanese Impresa Mancini

Soc. Agr. Ripa di Sotto SS

Az. Agr. Pelloni Stefano

Soc.Agr. Zanasi Marco e Claudio SS

Az. Agr. Rosi Maria Luisa

Az. Agr. Bernardoni Maria

Az. Agr. La Bifolca

Az. Agr. Maurizio Vezzali

Az. Agr. Miani Massimo

Elettroshock di Cassanelli Alan

Az.Agr.Luisa Garavini

Soc. Agr. Parenti Saverio Eredi

“Az. Agricola Daniela Gozzoli

 

Salviamo la Moretta

La denominazione Ciliegia Moretta Presidio Slow Food è solo una tappa di un lungo percorso iniziato nel 2007 quando un gruppo di soci Slow Food® e di contadini non si rassegna all’estinzione ponendosi l’obiettivo di piantumare nuovi alberi di Moretta nelle zone vocate, allevati con tecniche di produzione eco-sostenibili, sia in impianti di nuova generazione che in impianti tradizionali, per garantire un nuovo futuro alla più antica varietà di ciliegia di Vignola.

Con la collaborazione della Direzione Didattica nel 2007 nasce il progetto “Salviamo la Moretta” con il quale gli alunni delle scuole del territorio hanno avuto l’opportunità di scoprire queste ciliegie coinvolgendo nonni e parenti nel ricordo di questo frutto perduto, visitando i contadini e producendo disegni, poesie, video e slogan dedicati alla Morretta.

Coinvolgendo la Fondazione e il Comune di Vignola è stato poi finanziato un percorso di studi che ha dimostrato scientificamente che l’ambiente pedo-climatico determina l’alta qualità organolettica e nutraceutica di questa antica varietà, il cui DNA si è mantenuto inalterato e riconoscibile nel corso dei secoli con un contenuto di sostanze polifenoliche nettamente più alto rispetto le altre varietà nel panorama varietale nazionale ed europeo.

Il gruppo di lavoro composto da Stefano Lugli del Dipartimento di scienze e tecnologie agroalimentari di Alma Mater Studiorum Università di Bologna e  Maria Plessi e Davide Bertelli del Dipartimento di scienze della vita Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, Andrea Bernardi Valter Monari e Chiara Etiopi del Consorzio della ciliegia, della susina e della frutta tipica di Vignola, Venturi Massimo assessore all’agricoltura del Comune di Vignola; Gino Quartieri, Loris Bartolamasi, Riccardo Marinelli, Mirca Torelli della Condotta Slow Food Vignola e valle del Panaro con il Finanziamento della Fondazione e del Comune di Vignola.

 

Sei un produttore dell’areale di Vignola? Abbiamo bisogno di te! Unisciti a noi e diventa un produttore custode della comunità Salviamo la Moretta.
Scrivici a vignola.slowfood@gmail.com o chiama lo 348 7264022